CAF Assocaaf

CAF contribuenti

Assistenza fiscale

Modello 730

Per i lavoratori dipendenti, i pensionati o i collaboratori a progetto, il modello 730 rappresenta un modo semplice di presentare la dichiarazione dei redditi con i seguenti vantaggi:

•    è semplice da compilare;
•    non richiede calcoli perchè sono effettuati dal Caf;
•    eventuali rimborsi o pagamenti di imposte sono effettuati direttamente dal sostituto d'imposta con la retribuzione di luglio o, in caso di pensione, a partire dal mese di agosto;
•    è possibile compensare eventuali crediti IRPEF con l'IMU da pagare;
•    sono previste garanzie assicurative che salvaguardano il contribuente in caso di errori imputabili al CAF.

 

 Chi può utilizzare il 730

I contribuenti che possono il utilizzare il Mod. 730 se il rapporto di lavoro dura almeno dal mese di giugno al mese di luglio e si conoscono i dati del sostituto d'imposta che dovrà effettuare il conguaglio.

Tra i contribuenti che possono utilizzare il modello 730 rientrano i lavoratori dipendenti o i pensionati, i sacerdoti della chiesa cattolica, i lavoratori che posseggono soltanto redditi di collaborazione coordinata e continuativa, etc..

Non è possibile utilizzare il modello 730 ma è obbligatorio presentare il modello Unico Persone Fisiche se il contribuente ha percepito, nell'anno di imposta oggetto della dichiarazione, redditi d'impresa, di partecipazione, di lavoro autonomo con partita IVA (anche in forma associata).

 

Redditi da dichiarare

Oltre ai redditi di lavoro dipendente e pensione i contribuenti possono utilizzare il modello 730 per dichiarare anche i seguenti redditi:

•  redditi dei terreni e dei fabbricati;
•  redditi di capitale;
•  redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA (es. prestazioni di lavoro autonomo non esercitate abitualmente);
•  redditi diversi (es. redditi di terreni e fabbricati situati all'estero);
•  alcuni dei redditi assoggettabili a tassazione separata (ad esempio le plusvalenze per la vendita di terreni edificabili)


Documenti necessari:

 

Vuoi saperne di più? Consulta gratuitamente la Guida alla compilazione del Mod.730 di Assocaaf, integrata dalle istruzioni ministeriali.

 

Modello Unico

Chi deve presentare il Modello Unico

Devono presentare il modello Unico Persone fisiche 2017 i contribuenti che si trovano in una delle seguenti situazioni:

•    nel 2016 e/o nel 2017 non sono residenti in Italia;
•    devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti;
•    nel 2016 hanno percepito:
– redditi derivanti da produzione di “agroenergie” oltre i limiti previsti dal D.L. 66/2014;
– redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione;
– redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita IVA;

– redditi “diversi” non compresi tra quelli indicati nel quadro D, righi D4 e D5;
– plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate o derivanti dalla cessione di partecipazioni non qualificate in società residenti in Paesi o territori a fiscalità privilegiata, i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati;
– redditi provenienti da “trust”, in qualità di beneficiario;
•    devono presentare anche una delle seguenti dichiarazioni: IVA, IRAP, Mod. 770 ordinario e semplificato (sostituti d’imposta);

 

Quadri Aggiuntivi:
In alcuni casi, la presenza di redditi (plusvalenze e minusvalenze; redditi soggetti a tassazione separata; investimenti o attività all’estero) che non possono essere dichiarati nel modello 730 non preclude la possibilità di utilizzare tale modello.
Pertanto, i contribuenti possono:
•    Presentare il modello 730 indicando i propri redditi, oneri e spese;
•    Presentare il frontespizio del modello Unico,  unitamente ai quadri RM , RT e modulo RW nei modi e nei tempi previsti per il Modello Unico
In alternativa alla modalità sopra descritta, i contribuenti possono utilizzare integralmente il Modello UNICO.

Quadro RM (*) – redditi soggetti a tassazione separata ed ad imposta sostitutiva
Deve essere presentato da quei contribuenti che nel 2016 hanno percepito:
•    redditi di capitale di fonte estera sui quali non siano state applicate le ritenute a titolo d’imposta nei casi previsti dalla normativa italiana; interessi, premi e altri proventi delle obbligazioni e titoli similari, per i quali non sia stata applicata l’imposta sostitutiva prevista dal Dlgs 239/1996;
•    indennità di fine rapporto da soggetti che non rivestono la qualifica di sostituto d’imposta;
•    proventi derivanti da depositi a garanzia per i quali è dovuta un’imposta sostitutiva pari al 20%;
Il quadro RM deve inoltre essere presentato per indicare i dati relativi alla rivalutazione del valore dei terreni operata nel 2016.
I contribuenti che presentano il modello 730 e devono presentare anche il quadro RM del modello Unico non possono usufruire dell’opzione per la tassazione ordinaria prevista per alcuni dei redditi indicati in questo quadro.

Quadro RT (*) – plusvalenze e minusvalenze
Deve essere presentato dai soggetti che hanno realizzato nel 2016
•    plusvalenze derivanti da partecipazioni non qualificate e altri redditi diversi di natura finanziaria, qualora non abbiano optato per il regime amministrato o gestito
•    minusvalenze (possibilità non obbligo) derivanti da partecipazioni qualificate e/o non qualificate e perdite relative ai rapporti da cui possono derivare altri redditi diversi di natura finanziaria e intendono riportarle negli anni successivi.
Il quadro RT deve inoltre essere presentato per indicare i dati relativi alla rivalutazione del valore delle partecipazioni operata nel 2016

Modulo RW (*) – monitoraggio fiscale di investimenti e attività estere
Deve essere presentato dai contribuenti che nel corso del 2016:
•    hanno detenuto investimenti all’estero o attività estere di natura finanziaria
•    sono proprietari o titolari di altro diritto reale su immobili situati all’estero (Ivie: imposta sul valore degli immobili situati all'estero) o che possiedono attività finanziarie all’estero (Ivafe: Imposta sul valore delle attività finanziarie estere) per il calcolo delle relative imposte dovute

Quando si presenta
Il Modello UNICO Persone Fisiche 2017 deve essere presentato entro il 30 settembre 2017 se la presentazione viene effettuata per via telematica, direttamente dal contribuente ovvero se viene trasmessa da un intermediario abilitato alla trasmissione dei dati.

Quando si pagano le imposte.
Tutti i versamenti che risultano dovuti dalla dichiarazione(saldo per l’anno 2016 e prima rata di acconto per il 2016), devono essere eseguiti entro il 16 giugno 2017 oppure entro i 30 giorni successivi (entro il 16 luglio 2017) applicando una maggiorazione dello 0,40 per cento a titolo di interesse corrispettivo.
Il secondo acconto deve essere versato entro il 30 novembre 2017.
Tutti i contribuenti per il pagamento delle imposte devono utilizzare il modello di versamento F24 sia su modello cartaceo (presso qualsiasi sportello di banche convenzionate, uffici postali, agenti della riscossione), oppure possono adottare le modalità telematiche di versamento utilizzando i servizi online dell’Agenzia delle Entrate o del sistema bancario e postale.
Il contribuente ha la facoltà di compensare nei confronti dei diversi enti impositori i crediti e i debiti risultanti dalla dichiarazione. Il modello F24 deve essere presentato in ogni caso da chi opera la compensazione, anche se il saldo finale indicato risulti uguale a zero per effetto della compensazione stessa.
Nel caso in cui si intende chiedere a rimborso il credito risultante dalla presente dichiarazione ovvero il credito derivante dalla precedente dichiarazione il contribuente, per ridurre i tempi di erogazione del rimborso, può comunicare direttamente all’Agenzia delle entrate le proprie coordinate bancarie mediante i canali telematici dell’Agenzia delle entrate o presentare la richiesta di accreditamento ad un qualsiasi ufficio locale.

Tariffe
Compilazione modello base:  € 100 iva compresa
Compilazione quadri aggiuntivi (terreni e fabbricati, ecc.): € 50 iva compresa.
Compilazione Unico p.iva con unico comittente regime dei minimi € 180 + iva
A chi rivolgersi? Per informazioni chiama il numero 02.58436896 o contattaci via e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

IUC - Imposta Unica Comunale

E’ l’ Imposta Unica Comunale da pagarsi su fabbricati e terreni ed è composta da:
IMU: dovuta dal possessore di immobili , escluse le abitazioni principali, di terreni ad esclusione di quelli montani;
TASI:  riferita ai servizi indivisibili , a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile;
TARI: destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore e calcolata direttamente dal comune di riferimento.


Assocaaf offre un servizio di assistenza finalizzato al calcolo dell'imposta e alla predisposizione dei modelli di versamento periodici (acconto e saldo) per IMU e TASI:


15 € per il primo immobile (comprese le pertinenze)
5 € per ogni ulteriore immobile

A chi rivolgersi? Per informazioni chiama il numero 02.58436896 o contattaci via e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Cerca il centro Assocaaf più vicino

 

      

Contattaci

ASSOCAAF Spa
Piazza Diaz 6 - Scala A - 5° piano
20123 Milano

Partita Iva 10896040150

logo_rina

Certificazione Qualità RINA

Altre sedi permanenti

Milano Solari - Via Salaino 12 - MM 2 (fermata S.Agostino) - Tel.02.48537.1

Milano Buonarroti - Via G. Frua 16 - MM 1 (fermata De Angeli) - Tel.02.48193232

Milano Cagliero - Via Cagliero 17 - MM 3 (fermata Sondrio) - Tel.02.45470456

Monza - Via Damiano Chiesa 4 (presso Confindustria Monza e Brianza) - Tel. 039.3638260

Per raggiungerci

MM 1 (fermata Duomo), MM 3 (fermata Missori)
Tram 3, 12, 15, 16, 24, 27. Bus 54.

Privacy

Informativa sulla privacy

logo_volo

Sviluppo e Design
 

Per migliorare la navigazione di questo sito fa uso di cookie tecnici. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo. Se desideri maggiori informazioni leggi la nostra politica in materia di cookie. Consulta la privacy policy.

  Accetto i cookies di questo sito.
EU Cookie Directive Module Information